AQUILA

 

Oltre le onde del vento volteggia l’aquila

nei suoi artigli brama la preda

esplora il respiro del cielo

nella sua solitudine

uno sguardo di vita e morte.

GUARDO LA LUNA

 

In questo cielo di stelle

la luna è in riva al mare

amante d’altri occhi .

Lei non ha mai fretta

per incantare l’anima

tra un’onda e l’altra del cielo.

UN ALTRA VITA

 

I silenzi

ritornano ricordi senza parole .

L’amore non è un vuoto di silenzi

quando le stelle sono nel cielo

tu dove sei.

Un sussulto mi sveglia

è solo un soffio di vento

noi mai più insieme .

POTREI IMMAGINARE IL CIELO

 

Adesso che il tempo

è abbondanza di solitudine

riposa il silenzio nelle mie cecità.

Sulle sponde del tempo

la sua anima è nella mia

uno schizzo di ricordi.

Cavalcando di fantasia

vivo immagini di pianure e lavorate campagne

nella nebbia o nel ciel sereno

emozioni del tempo mio .

Tutto è in questa vastità di cielo

dove non so se ci sia spazio per l’anima

in questo infinito che respira d’immensità.

NEI ROSSI TRAMONTI

 

Quieta è la vita e quel che offre l’inverno

un frutto rosso tra rami e foglie d’autunno.

Brividi di freddo e labbra viola

sotto i maturi grigi del cielo.

Qui tutto è da combattere

dalle pianure ai monti

i fiumi ribelli

nei rossi tramonti riposano.

C’è assenza di vita

le stelle solitari amanti della notte

nel lontano russare del vento

sulle bianche sponde della luna

l’amore giace tra le sua lenzuola.

ACERBE ILLUSIONI

 

Ho un piccolo orto nel cielo

dove coltivo i miei sogni

frutti di acerbe illusioni

tra tralci di stelle e vendemmie d’amore.

Ci sono sentieri di malinconia

e grotte di profonde solitudini

incompiute poesie nascoste

nelle volte celesti della vita.

CHI TI ASCOLTA

 

Non ho niente più da temere

le lacrime bastano per tutte le volte

che ci sarà da perdere in amore .

A volte guardi davanti e ti ritrovi nel passato

chi ti ascolta è ancora dentro di te .

Si fa presto a dire

cancelliamo il dolore

non si può fuggire nel buio

tra cieli di silenzi

c’è sempre un soffio di vento .

L’amore non è mai un addio

è perdersi nel tempo dei segreti

un sentiero per ritrovarsi nel mondo

e non avere più paura degli orizzonti

di luci e di morti silenzi .

Ho ancora un respiro

perché ogni istante

sia sempre sulle labbra

un cielo per amare.

NEBBIE

 

Non sei così distante ora che la nebbia s’alza

ti scorgo nel tardo mattino

quando il sole filtrando nei boschi

rischiara il tuo volto disteso nel mio sguardo.

E sei cielo di un ricordo

l’attimo felice del tramonto

il silenzio che respiro.

Immenso amore che non hai confini

un giorno anche tu sarai respiro del cielo

libero da questa vita

avvolta nella nebbia del cuore.

SILENZI IMMENSI

 

Un tramonto ritorna e in poche stelle il ciel fiorisce

tranquilla é l’aria e questo mio pensiero

che volentieri s’invola dove io non posso

e mi conforta il respiro che di dolcezza poggia

sul domani degli anni miei .

E pur quando giunge il sospirato riposo

affido al sogno il mio errare

tra angosce e dolori

ci sarà pure un frammento d’amore

nei pochi giorni che ancor oggi

odo risvegliare nel cuore

di chi era in me immaginaria compagna

e anche se in vita ancor mi é caro

il soffio leggero della poesia e di lei mi nutro

nel suo mistero mi parlo senza inganno.

In te avrei voluto immergere lo sguardo

e nei tuoi occhi perdermi

in quei silenzi immensi e senza tempo

dove l’amore regna senza tempesta

e di ogni lacrima si veste il mare

che bagna le sponde inarrivabili delle tue labbra.

Potessi almeno darti un nome

e in quale nome se non il tuo

legare le ore che rintoccano d’assenza.

Reggimi silenzio fin dove l’eterno veglia

che nel mio cuor già regna.